martedì 27 dicembre 2016

Disegnare la paura

Rieccomi dopo un più o meno lungo (ma non certo improduttivo) periodo di assenza!
Sono successe un sacco di cose in questi mesi, alcune brutte, alcune che potrei definire belle se non fossi un pessimista cronico.
Dedicherò successivamente un post a quella che, assieme all'ispettore Strabick, è la mia fatica più impegnativa e totalizzante di questi mesi, vale a dire I diari di Federico II.

Abuso invece dello spazio che mi sono creato con questo blog per condividere un lavoro a cui mi sono dedicato lo scorso settembre in occasione di un concorso e che, purtroppo, non ha superato le selezioni per accedere alla finale e quindi mi fa sentire come se avessi partorito un figlio morto (con l'unica differenza che, dopo tre mesi, io posso ancora mostrarlo in giro).

Il concorso in questione era quello per il Premio Nazionale Farben, il riconoscimento per giovani illustratori e fumettisti annualmente promosso dall'Arci Bologna. Ovviamente, con un titolo del genere non potevo non farmi avanti e partecipare!
I lavori da sottoporre dovevano essere più o meno liberamente ispirati a una delle poesie che era possibile scaricare assieme al bando, tutte a tema paura.
Quella da me scelta si intitola "Le paure" ed è opera di Francesca Matteoni. Non ve la posto semplicemente perché è tutta scritta nelle tavole qui sotto. Come potete vedere si tratta di tavole a colori, un lavoro insolito per me, che mi è costato parecchio lavoro. Ma è stato divertente farlo, anche se non mi è valso alcun tipo di soddisfazione materiale.
Se non altro, ho qualcosa da postare qui!